Buonasera,
questa è la Voce del Fato che, dopo una sosta paragonabile alla durata dei lavori per la linea 5 a Milano, vi dà il benvenuto per una nuova puntata di MuseoNewz, il webgiornale a proposito del quale Papa Francesco ha dichiarato: “sui gay non mi permetto di giudicare, ma questo è un ammasso de mierda”.
Passiamo alla rassegna principale.

 

L’EROE DEL GIORNO: si chiama Jason Martin, 41enne del Kent, in Inghilterra. A Jason, come a molti di noi, piace ascoltare musica a volume pieno, ma questo gli crea qualche attrito con il vicino di casa, il signor Henderson. Un giorno, il signor Henderson decide che la misura è colma, va a protestare da Jason e ne nasce una colluttazione, al termine della quale Jason viene denunciato per aver MORSO IL PENE del vicino “come se fosse un sandwich”. Al processo però si difende: “Impossibile, non metterei mai in bocca il pene di un’altra persona. E poi… NON HO I DENTI!”.
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2354579/Man-bit-neighbours-penis-like-sandwich-daring-ask-turn-music-down.html
Osservando la sua faccia, io gli credo senza esitazioni.

6ed948cec6d0b7a9e0251021ec6aec30__400_500_fitwidth

Quando il giudice gli ha chiesto come sono andate davvero le cose, ha risposto: “L’ho afferrato con la mano, non so se fosse il pene o i testicoli, oppure la GAMBA o il BRACCIO”.
Non so cos’avrei dato per essere in aula a seguire quel processo.

 

CRONACA: signori, cèccrisi, è risaputo. Non solo i nostri portafogli, ma anche le casse dei comuni sono semivuote, e da qualche parte il denaro per mandare avanti la baracca deve saltar fuori. Dalle multe, per esempio. E questi vigili urbani di Monza meriterebbero davvero un premio per la trollata dell’anno: notando una macchina parcheggiata subito prima di un posto riservato ai disabili, ci hanno DIPINTO le strisce gialle INTORNO, per poi rilasciare al malcapitato un bel suppostone da 84 euro. Questo, almeno, è ciò che sostiene lui nel video, ma mi piace pensare che sia andata effettivamente così, fa più ridere.
http://video.repubblica.it/edizione/milano/dipingono-strisce-disabile-intorno-ad-auto-multato/136168/134705
Più spregio di questo, c’è solo una volante della polizia che ti tampona e poi ti multa perchè giri con la vettura danneggiata.
(grazie a Epic per la notizia)

 

ESTERI: personalmente non credo nel destino, preferisco credere nel caso, o al limite nella sfiga. Poi però capita di leggere certe notizie che ti fanno sospettare che un qualche dio esista, e che alcune persone gli stiano particolarmente sui coglioni. È purtroppo il caso di una donna cinese a bordo di un volo della Asiana Airlines, schiantantosi in California durante l’atterraggio: sbalzata fuori dal velivolo e miracolosamente ancora in vita, è stata TIRATA SOTTO dal CAMION DEI POMPIERI accorso per spegnere l’incendio.
http://edition.cnn.com/2013/07/19/travel/asiana-airlines-crash/index.html?hpt=hp_c2
Come il film “Final Destination” ci insegna, il Tristo Mietitore detesta lasciare le cose a metà.

 

ESTERI: trombare è bello, su questo credo siamo d’accordo tutti. Trombare sopra/contro oggetti instabili o fragili può essere particolarmente eccitante, specie se la casa non è tua. Trombare appoggiati contro una vetrata realizzata con materiali scadenti al terzo piano di un palazzo può non essere un’idea geniale, come ha scoperto questa coppia cinese precipitata al suolo proprio nel bel mezzo di un’appassionante ciulata (o almeno, spero per loro che lo fosse!)
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/articoli/1103090/coppia-cinese-fa-sesso-contro-finestra-si-rompe-e-volano-dal-terzo-piano.shtml
Due riflessioni così a caso: 1. sì, arrivare alla fine sarebbe stato meglio, ma credo abbiano avuto comunque una delle morti migliori a cui possa aspirare un essere umano; 2. cinesi questi, cinese la tipa di prima; forse non dobbiamo ancora temere la sovrappopolazione. Ci pensa la Natura, come coi lemming.

 

ESTERI: a proposito di trombate: come i sardi ci hanno insegnato, quando la materia prima scarseggia uno si arrangia come può. Sarebbe però opportuno che il surrogato, se non proprio consenziente, fosse almeno in condizione di non nuocere. L’agricoltore Antony Downey Smith, invece, ha deciso di sfogare le proprie pulsioni su un MAIALE, animale che, nonostante l’aspetto pacioso, è meglio non far incazzare: ne è uscito con numerosi morsi al pene, che per giunta hanno causato un’infezione diffusa, e ora rischia l’amputazione.
http://www.quotidianopiemontese.it/quattrozampeedintorni/tag/antony-downey-smith/#.UflxL21Wr6M
Io l’ho sempre detto, il porno può salvare delle vite.
(grazie a Arndea per la notizia)

 

VIAGGI: chi di voi è proprietario di uno o più cani sicuramente sa quanto è difficile, al momento di andare in vacanza, trovare una struttura attrezzata per ospitare gli animali. Spesso si finisce per mollarli a qualche amico o parente, per tacere degli stronzi che li abbandonano lungo il tragitto. Ma la situazione sta per cambiare: nel ridente stato americano dell’Idaho è nato un bed&breakfast appositamente pensato per i cani e i loro padroni… al punto che l’edificio stesso è A FORMA DI CANE!
http://www.corriere.it/esteri/foto/07-2013/cane/hotel/corriere-sera_20463174-f8ee-11e2-a534-1599fd49895b.shtml#1
Notare la varietà degli arredi, scientificamente pensati per portare al collasso nervoso chiunque non ami i cani più dei propri figli. Quindi è deciso: l’estate prossima tutti in Idaho! Troverete solo patate e repubblicani, ma è un dettaglio.

 

SOCIETA’: uno dei tanti problemi che questo paese si trova ad affrontare, oltre ai politici corrotti, le infrastrutture fatiscenti e il nuovo album di Raffaella Carrà, è l’impressionante lentezza della giustizia, principalmente causata dal numero abnorme di denunce e processi che i magistrati devono gestire. D’altronde (suonerà un pregiudizio ma è la verità) una delle frasi preferite di noi italiani è “Ti denuncio per [inserire motivazione ridicola]”, almeno quanto “Lei non sa chi sono io” e “Metta tutto sul mio conto”. Uno di questi magistrati, Paola Bellone, ha raccolto le più belle capitate nella sua carriera in un libro, “Precari (fuori)legge”, che DEVO procurarmi perchè dev’essere qualcosa di sensazionale. Una sommaria descrizione del libro e del suo contenuto la trovate qui:
http://www.corriere.it/cronache/13_maggio_21/querela-nuora-agnolotti-denuncia_e78b9804-c1db-11e2-a4cd-35489c3421dc.shtml
Sapere che c’è gente che denuncia la propria suocera perchè cucina male gli agnolotti, querela un proprio impiegato perchè scrive che alla collega puzza il fiato, o versa lo stipendio alla dipendente con la causale «saldo prestazioni sessuali mese di…», mi porta a chiedermi come sia possibile che l’Italia esista ancora come nazione sovrana.

 

Anche per oggi è tutto. La Voce del Fato vi esprime solidarietà se avrete provato dolore al pene durante la lettura del webgiornale, si augura di ritrovarvi su queste pagine prima della prossima riforma elettorale, e vi dà appuntamento alla prossima puntata.