Buonasera, miei prodi!
Tra una cazzata e l’altra, siamo già allegramente arrivati al momento della seconda puntata dell’immarcescibile FRASARIO! E se vi sembra passato poco tempo dalla puntata precedente, pensate che questa era pronta già da due settimane! Volevo solo far passare un minimo di tempo tra le due… Il segreto di tanta fecondità? Semplice, questo capitolo contiene il frasario integrale di TORRIGGIA! Quindi, se vi state chiedendo cosa possa aver contribuito a generare certe idiozie, la risposta è: vino. Non ricordo quante bottiglie, di sicuro un numero a due cifre. Ma perchè sto ancora scrivendo? Lasciamo parlare il degrado esistenziale!

(Padre sta mangiando un Flauto al latte, io e madre arriviamo e ne prendiamo un pezzetto a testa)
Madre: “Io sono stata parca!”
Padre: “Lui invece è stato PORCO!”

Io: “Quelli della Gialappa’s sono talmente abituati a prendere per il culo tutti, compresi quelli che lavorano nel loro programma, che secondo me nella vita di tutti i giorni sono dei menosi pazzeschi.”
Folk: “Probabilmente sì. Il fatto è che trovo che non abbiano NESSUNA abilità. Penso che il loro mestiere sia paragonabile a quello di un ciccione che si fa pagare dai passanti per chiedere loro “tira il dito” e scorreggiare frenandosi i boxer. Ammesso che tale mestiere esista… E in tal caso servirebbe almeno l’abilità di produrre aria intestinale a comando.”

(Io ed Elena siamo seduti su una panchina al parco, si avvicina un cane)
Io: “Cane, cane! Qui bello, vieni!”
(il cane mi ignora e tira dritto)
Elena: “E’ inutile, non ti caga!”
Io: “Tu però mi caghi, non come quel cane, stupido cane!”
Elena: “Per un attimo ho pensato che dicessi ‘tu mi caghi non come quel cane, virgola, o stupido cane, vocativo!'”

(Io e Roberta, fuori dall’U6, notiamo un bambino che osserva interessato dei buchi rotondi nella pavimentazione)
Roberta: “Gli piacciono I BUCHI… ha già capito tutto della vita!”

Padre: “Un mio collega siciliano mi ha detto che a Lampedusa sono disperati, anche perchè, se scoppia un’epidemia, manca l’ospedale.”
Luca: “Non c’è un ospedale IN TUTTA L’ISOLA??? E quel coglione (Silvio, ndA) va lì a promettere campi da golf?? Voglio proprio vedere se scoppia un’epidemia di LEBBRA, battono uno swing e insieme alla mazza gli parte tutto il braccio!”

(durante la mia operazione)
Io: “Purtroppo, per il pensiero comune, gli psicologi sono considerati dei ciarlatani con finti ciondoli e amuleti magici…”
Medico: “Ma voi siete così infatti!”
Io: “Non è vero!”
Medico: “Le ricordo che ho il suo PISELLO in mano… insieme a un BISTURI!”
Io: “… lei ha assolutamente ragione, qualunque cosa dica.”

Io: “Ho individuato tre cose che mi causano dolore alla cicatrice: ridere forte; respirare profondamente; sentir nominare PIO IX!”

Padre: “Doni (giocatore che mio padre detesta senza motivo, ndA) oggi può segnare, il giorno dopo il derby vinto sono generoso!”
Luca: “Sei come Don Corleone il giorno del matrimonio della figlia?”

Madre di Dario: “Ma Pidgeotto non era quello di GUERRE STELLARI?”
Dario e sorella: “Ma no, è un Pokemon!”
Madre di Dario: “E’ un PORNO???”
Dario e sorella: “UN POKEMOOOOON!”
Madre di Dario: “Ah… ma quello di Guerre Stellari non si chiamava CBO?”
Dario e sorella: “Quello è un panino del McDonald’s…”

Dario: “Il T9, al posto di ‘mignolo’, scrive ‘OHIONKO’!”

(Io ho appena informato Folk della sconfitta dell’Inter per 5-2 in Champions)
Folk: “L’Inter cosa dice? Mourinho sta già acquistando bombette da consumare in stile Rockerduck?”
Io: “Ma Mourinho non è più l’allenatore dell’Inter da un anno!”
Folk: “Ah, e chi cazzo li allena ora? Topo Gigio? Doraemon? Dodò? MAC??”
Io: “Leonardo!”
Folk: “Quello delle Tartarughe Ninja? Comunque mai sentito.”

Folk (parlando del pubblico di un concerto): “C’era una tipa che mi guardava con occhi famelici… ma probabilmente non voleva sesso ma COSTINE!”

Dario: “‘GROPELLO’ (PV) mi sembra un’onomatopea per uno scroto grattato!”

Io (notando sul parabrezza dell’auto di Dario i bollini per l’autostrada svizzera ancora del 2009): “Ma quando saremo nel 2030, e avrai il parabrezza coperto da tutti i bollini scaduti che non hai tolto, guiderai guardando la strada nell’unica fessura libera?”

Folk: “Sapete che per l’iPhone hanno inventato anche un’applicazione per confessarsi?”
Io: “E cosa ci scrivi? ‘Padre perdonami xkè ho pekkato, assolvimi plz!’?”

Andrea: “Io non compio gli anni, io LEVELLO!”

Dario: “Credo che dimenticare a casa le cuffie sia una delle cose più fastidiose per l’uomo medio moderno, insieme ad avere le emorroidi grosse come prugne ed essersi dimenticati di ricaricare la tessera di Mediaset Premium prima del derby.”

Luca: “Perchè il gatto non sa di FREGNA?? Lo bacerei di più!”

Io: “Tuo padre non è in casa?”
Elena: “Sì, è in camera, sta stuccando.”
Io: “Si sta STRUCCANDO???”

(vigilia di Torriggia)
Io: “Ho guardato le previsioni per il weekend, danno brutto tempo per domani!”
Dario: “Guarda, queste previsioni di merda vogliono incularci, ma siccome noi siamo pro, berremo finchè non crederemo di essere nel Sahara e cavalcheremo Grim scambiandolo per un cammello. Tutto questo sotto uno scrosciante diluvio.”

Dario: “Qualcuno ha un paio di pile?”
Folk: “Se vuoi ho le mie gambe per pedalare in una rudimentale dinamo!”

Io (rivolto a Dario con quest’espressione): “Sembri affetto da una trisomia a caso! Ti faccio scegliere quale cromosoma!”

Folk (osservando Cappe): “Sembri un Sim creato con il generatore casuale di vestiti!”

Io: “Quando faccio l’imitazione del bambino down, Elena ride fino alle convulsioni!”
Dario: “Fino alle COMBUSTIONI??”

Tonzo (rimproverandomi perchè non colpivo la legna abbastanza forte con l’ascia): “Più violento, cazzo!! Non è mica una DONNA!”

Folk: “Il brodo lo sposto dal davanzale, se no la notte arriva un figlio di puttana ALATO che lo butta giù!”

Folk: “Penso che i russi traggano ogni cosa dalle patate: anche il dentifricio! Che guarda caso, sa di vodka, è alcolico… ed è vodka!”

Dario (riferendosi alla preparazione del fragolino): “Se ha successo, la programmiamo anche per l’ANNO SCORSO!”

Io: “Ragazzi, ma il Milan ha vinto! Potremmo vincere lo scudetto già domenica prossima!”
Folk: “Ma sai che noi qui amiamo il calcio più o meno come gli ebrei amano le cotture al forno?”

Io (assaggiando il fragolino corretto grappa): “Ragazzi, è buonissimo! Chi ha avuto l’idea?”
Folk: “Io ovviamente! Chi vuoi che sia, che aggiunge grappa alle cose?”
Cappe: “‘Cara, il bambino è irrequieto.’ ‘Aggiungi GRAPPA al latte in polvere!'”

(Tonzo ha appena confessato di detestare le uova di pesce e la pasta fredda)
Folk: “E se la donna dei tuoi sogni ti invita a una cenetta romantica, in riva al lago, in una tiepida notte d’estate, a base di pasta fredda e uova di lompo?”
Tonzo: “… passo direttamente alla BANANA!”

Folk (osservando il tavolo illuminato solo da una fila di lumini): “Sembra una messa nera!”
Io: “Potremmo evocare Chtulhu!”
Folk: “E una volta che l’abbiamo evocato?”
Io: “Eh… gli facciamo pulire la cucina!”

Tonzo (che ha spento uno dei lumini ridendo): “Noo, l’ho spento col riso!… non quello dei CINESI però!”

Folk: “Ragazzi, io non sono uno da eufemismi: se dico a una ragazza ‘Voglio dormire con te’, è proprio perchè voglio veramente dormire insieme a lei. Altrimenti le direi ‘Voglio SPANARTI come una VITE!'”

Folk: “‘Zum’ è un’opea… un’omotop… onop… PONOMATOPEA!”

Dario (tostando le fette di pane sulla pioda): “Il problema sarà quando non riusciremo a distinguere i pezzi di pane dal colore della pioda!”

Cappe (commentando la scena del Padrino in cui Apollonia muore in un attentato esplosivo accendendo la macchina): “La morale della storia è: le donne non devono guidare!”

Dario (rivolto a me): “Tu che vuoi che studiare psicologia dello sviluppo: ti va di venire a vedere uno spettacolo a teatro sulla pedofilia? E’ realizzato partendo da un’impostazione psicanalitica.”
Grim: “Vincono i pedofili?”

Tonzo (imprecando contro la protezione anti-bambino degli accendini): “Dio beduino che gioca a GRAND THEFT CAMEL!!!” (detto questo, l’ha estratta dall’accendino a COLTELLATE, ndA)