Buonasera,
questa è la Voce del Fato che vi dà il benvenuto per una nuova puntata di MuseoNewz, l’unico webgiornale totalmente ecologico, fatto al 100% di stupidità riciclata.
Passiamo alla rassegna principale.

L’EROE DEL GIORNO: eroina, in questo caso. Si chiama Olga e gestisce un emporio a Meshchovsk, Russia. Un bel giorno, un giovane tenta una rapina nel suo negozio, ma lei con un’abile mossa lo disarma e lo immobilizza. A quel punto, una persona normale avrebbe chiamato la polizia; Olga invece ha mandato via le commesse, ha imbottito il rapinatore di VIAGRA e l’ha costretto a SCOPARLA, per TRE GIORNI, pena la denuncia agli sbirri.
http://www.levanteonline.net/esteri/europa/2134-russia-uomo-tenta-rapina-lei-lo-cattura-e-lo-stupra-per-tre-giorni.html
Alla fine lo ha sfamato, gli ha dato un po’ di soldi per il “disturbo” e lo ha lasciato andare, ma ciò non le ha impedito di essere arrestata per sequesto di persona e violenza sessuale.
“Che ingrato!” ha commentato, “dopo tutto quello che ho fatto per lui!”. Beh, proprio tutti i torti non li ha…

CRONACA: qual è l’antifurto perfetto? Inferriate, serrature blindate, complicati sistemi d’allarme elettronici? Beh, se il ladro è un tipo particolare come questo 45enne rumeno, basta una cantina ben fornita di vino. E’ andata proprio così a Dego, in provincia di Savona: il signor Daniel Irymita si era introdotto nella casa vuota, aveva già rubato un po’ di oggetti di valore e stava per andarsene, quando si è imbattuto nella cantina. Ha aperto una bottiglia; poi un’altra; poi un’altra ancora; quando sono tornati i proprietari, l’hanno trovato ancora lì a tazzare, ubriaco come una spugna e con la refurtiva accanto.
http://www.ivg.it/2010/10/ladro-tradito-dal-vino-svaligia-una-casa-e-poi-si-ferma-a-bere-arrestato-a-dego/
Io un po’ lo stimo: va bene l’argenteria, gli orologi, i gioielli ecc.; ma pure bere gratis a volontà ha il suo fascino, che diamine.

ESTERI: farsi le seghe fa diventare ciechi? E’ una teoria ampiamente smentita e sconfessata. Questo però non significa che non si possa perdere la vista in un contesto sessuale: è quello che ha rischiato di subire Michael Ireland, colpito in un occhio dal tacco di una lap-dancer.
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2010/10/15/visualizza_new.html_1731849296.html
E tutto sommato gli è andata ancora bene… esiste anche il rischio di morire soffocati dalle tette di una spogliarellista (se ve lo state chiedendo sì, pare sia successo davvero)

SOCIETA’: Nuova Zelanda: terra esotica dalle foreste rigogliose e dalle acque cristalline, popolata fondamentalmente da rugbisti, surfisti e kiwi; ma oggi, anche da ubriaconi. Sì, perchè in seguito a un forte calo dei prezzi dovuto a un eccesso di produzione, oggi in Nuova Zelanda il vino costa MENO dell’acqua: un bicchiere di vino vale esattamente 33 centesimi di euro, meno di un caffè in Italia.
http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Nuova-Zelanda-vino-costa-meno-acqua/15-10-2010/1-A_000133099.shtml
Suggerisco di organizzare lì il prossimo raduno dei fan dei Folkstone; sì, è un po’ fuori mano e difficilmente il folk metal di ispirazione celtica è apprezzato da quelle parti, ma volete mettere?

SALUTE: ricordate quando, nei gloriosi anni Novanta, Fabrizio Frizzi diceva che ascoltare musica classica aumenta l’intelligenza del 20%? No? Peccato. Comunque, oggi un suo emulo, il viticoltore Giancarlo Cignozzi, sostiene che le vigne, coltivate con la musica di compositori come Mozart e Tchaikovskij in sottofondo, migliorano sensibilmente la loro resa.
http://city.corriere.it/2010/10/25/milano/protagonisti/con-mozart-sottofondo-vigne-producono-piu-30921909919.shtml
Gli effetti di Beethoven non sono documentati… secondo me le viti sclerano, si imbottiscono di Latte+ e vanno in giro per i campi a stuprare e pestare le altre piantine.

TECNOLOGIA: stupore nel mondo informatico: la nuova versione di Internet Explorer, IE 9, attualmente in fase di testing, NON girerà su Windows XP. Che, per la cronaca, è il sistema operativo usato da oltre il 60% del mercato mondiale. Secondo alcuni esperti, i vertici di Microsoft hanno deciso questa audace mossa per spingere privati e aziende ad adottare in massa Windows 7; di fatto, è come se io producessi sia automobili che carburante, e spendessi miliardi per sviluppare un nuovo rivoluziario tipo di benzina, che non funziona su 2/3 delle mie vetture in circolazione.
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=13040
E nel frattempo, per la prima volta nella storia, gli utilizzatori di Explorer sono meno numerosi degli utilizzatori di altri browser non Microsoft (49,8%, addirittura 40,2% in Europa). Chi ha detto che criticare Microsoft è solo una moda?

In chiusura, un breve messaggio: la Voce del Fato vi comunica che nessun membro della redazione di MuseoNewz si è recato ad Avetrana, ha intervistato membri delle famiglie Misseri e Scazzi, o ha organizzato comitive di turisti sul luogo del delitto; il che rende questo webgiornale culturalmente superiore alla quasi totalità dei mezzi di informazione del Paese.

Anche per oggi è tutto. Arrivederci alla prossima puntata.