[Ma buonasera! Riemergo dagli oscuri e inquietanti abissi nella neuroanatomia (per inciso, ennesimo fail. Di questo passo pretenderò i punti fedeltà come dai benzinai) per proseguire l’operazione amarcord, colpevolmente accantonata da troppo tempo. Vi propongo testè una simpatica chicca pubblicata sul mio vecchio blog, pensate, tre anni fa! In realtà è l’ennesima cagata trovata su internet, di autore ignoto, pubblicata su vari siti mongoli tipo Bastardidentro o Fuorissimo, nonchè in numerose mail. Godetevela!]


(intervento del 7 marzo 2007
)

Tutti si sono sempre
chiesti: ma Gesù di che colore aveva la pelle? Di che origini era, da
quale paese proveniva?
Vediamo
qualche ipotesi:
 
TRE MOTIVI PER
DIRE CHE GESU’ ERA IRLANDESE:
Non si è mai
sposato.
Non ha mai avuto
un lavoro fisso.
La sua ultima richiesta è stata qualcosa da bere.
 
TRE MOTIVI PER
DIRE CHE GESU’ ERA PORTORICANO:
Si chiamava
Jesus.
Aveva costantemente guai con la legge.
Sua madre non era
sicura di chi fosse suo padre.
 
TRE MOTIVI PER
DIRE CHE GESU’ ERA GRECO:
Parlava
gesticolando.
Beveva vino ad ogni pasto.
Lavorava nel settore
delle costruzioni.
 
TRE MOTIVI PER
DIRE CHE GESU’ ERA AFROAMERICANO:
Chiamava tutti
"fratello".
Non aveva un indirizzo fisso.
Nessuno lo voleva
assumere.
 
TRE MOTIVI PER
DIRE CHE GESU’ ERA CALIFORNIANO:
Non si tagliava
mai i capelli.
Era sempre scalzo.
Ha inventato una nuova
religione.
 
E INFINE, LA
PROVA CHE GESU’ ERA ITALIANO!

E’ andato a lavorare
nell’impresa di suo padre.
Ha vissuto in casa fino a 33 anni.
Era
convinto che sua madre fosse vergine.
Sua madre era convinta che lui
fosse Dio.