(Dedicated to a motherfucker of a gentleman.)
 
Sembra che i nodi siano venuti al pettine.
Sembra che i tuoi discorsi falsi e ipocriti siano stati smascherati per quello che sono realmente.
E io mi sono riconfermato un ingenuo buonista.
Avrei dovuto capirlo subito, di che pasta eri fatto. E dire che all’inizio mi stavi sul cazzo. Ed ero convinto che la cosa fosse ricambiata.
Ma come al solito, tendo sempre a vedere il lato buono nelle persone, e mi faccio fregare. Ti ho dato una chance, e tu hai dato l’impressione di volerla cogliere. Va dato atto che sei stato molto credibile, in quel ruolo da compagnone. Sarà stata l’atmosfera del gruppo, sarà stato il clima di serenità generale, ma ci sono stati dei bei momenti. Tifavo per te, lo ammetto. Nonostante i tuoi modi non mi andassero a genio (anzi, diciamo che facevi incazzare due volte su tre), in fondo ti rispettavo.
E’ proprio vero che non è la prima impressione quella che conta.
 
"Is your conscience all right? Does it plague you at night?"
 
Ma per fortuna, non è mai troppo tardi per ammettere di aver sbagliato. Chissà da quanto tempo mi nascondevi la verità, facendomi credere che andesse tutto bene.
Per fortuna, qualcun altro mi ha aperto gli occhi. Certo, se aspettavo che fossi a dirmi personalmente cosa c’era sotto, potevo tranquillamente morire di vecchiaia.
Quale sarebbe la mia colpa, sentiamo?
Averla difesa? Capirai, è un’amica.
Averle dato la mia opinione, il mio supporto, i miei consigli? E’ stata lei a chiedermeli. Si è fidata di me, mi ha confidato i suoi problemi. Che merda di amico sarei stato, se le avessi voltato le spalle?
Essermi sottratto al confronto? Non direi proprio.
Anzi, per parecchio tempo ti ho cercato, in tutte le sedi possibili. La mia buona volontà l’ho messa, ma tu hai fatto finta di non sentire.
 
"You’re just a hot air balloon"
 
Non l’ho fatto per te, è chiaro. Per quanto mi riguardava, potevi tranquillamente sparire dalla mia esistenza già allora. L’ho fatto per i nostri amici, perchè capissero che le mie intenzioni erano buone, e che, pur non avendo fatto nulla di sbagliato, ero disposto a metterci una pietra sopra. E tu, quando finalmente hai deciso di degnarmi della tua attenzione, che hai fatto? Mi hai imboccato di stronzate, nascondendomi il 90% di quello che pensavi realmente. Credevi davvero che me la sarei bevuta? No, caro mio: e infatti ora la verità si è svelata. Naturalmente non per bocca tua, figuriamoci se avresti le palle di dirmi in faccia quello che pensi.
 
"Overgrown schoolboy"
 
Ora che ho ben chiaro in mente di che pasta sei fatto, non commetterò due volte lo stesso errore. Tanto più, ora che altri hanno confermato la mia tesi, provandolo sulla propria pelle.
Non si può stare simpatici a tutti, no? Per quanto mi riguarda, pensa pure quello che ti pare, quello che hai scritto nel thread. Ormai la considerazione di te e delle tue parole è azzerata. La mia vita può andare avanti serenamente, ora che con questo sfogo mi tolgo anche l’ultimo sassolino dalla scarpa.
Archiviato.
 
"You’re a sewer rat decaying in a cesspool of p r i d e "
 
Chiedo scusa ai miei pochissimi lettori per questa invettiva. Ma già in passato mi è capitata una situazione simile, e sono rimasto zitto. Ora voglio togliermi almeno la soddisfazione di scrivere quello che penso, nel mio territorio.
E tu, vai pure per la tua strada. Sappi che, se incrocerà la mia, non vedrò nessuno.
 
Passo e chiudo.